Europa in bici: le migliori città da visitare su due ruote
di Laura Bolasco
Dal 2011 l’Indice di Copenaghen, attraverso un lungo e laborioso processo di calcoli, classifica ogni anno le città europee in base all’utilizzo della bicicletta da parte della popolazione all’interno di esse. Il lavoro dei governi in materia e lo sviluppo delle infrastrutture nelle aeree urbane come piste ciclabili o migliorie delle stesse, sono anch’essi termini di giudizio da parte dell’Indice nel valutare quanto una città sia considerabile bicycle-friendly.
 

La percentuale di viaggiatori che scelgono la bici come mezzo per visitare le città crescono anno dopo anno e se Londra ha previsto un investimento di 100 milioni di euro nei prossimi 10 anni per lo sviluppo di una rete ciclabile urbana, vediamo quali sono le città in cui la vita su due ruote è già una piacevole realtà.
 
Copenhagen è al primo posto della classifica, superando per la prima volta Amsterdam, indiscussa capolista dal 2011. La capitale della Danimarca è un paradiso per ciclisti: piste, parcheggi e possibilità di affitto di biciclette pubbliche per i turisti a circa 2,50 euro l’ora (bycyclen.dk/en) con gps e accesso a internet incluso.
 
Con all’attivo centinaia di km ciclabili con vista sui canali e numerose opzioni per l’affitto di biciclette, Amsterdam è la città dei ciclisti per antonomasia. Esiste un grande rispetto per chi pedala e per i visitatori le due ruote diventano quasi una scelta obbligata (dutchcycling.nl). I Paesi Bassi sono presenti in classifica anche con Utrecht e Eindhoven rispettivamente al terzo e quinto posto.
 
Strasburgo è al quarto posto e con i suoi rinnovati 536 km di pista ciclabile è una new entry. La piccola città francese ha un sistema di bike-share unico nel suo genere che prevede l’affitto del mezzo a breve o lungo termine. La Francia, con Nantes numero 7 e Bordeaux a seguire, chiude con Parigi alla posizione 17.
 
Sevilla e Barcellona, 10 e 11 nel ranking, rendono orgogliosa la Spagna. La prima, grazie a importanti lavori urbani dal 2006 al 2011, ha incrementato l’utilizzo delle biciclette per i turisti. Pagando 13,33 euro (e con una caparra di 150 euro) con carta di credito, è possibile visitare la città su due ruote per l’intera settimana.
La capitale della Catalogna ha un sistema di biciclette pubbliche solo per i residenti, ma presenta molte altre opzioni per chiunque voglia pedalare lungo la Rambla (barcelonarentabike.combcnbike.es) e confondersi tra i ciclisti locali.
 
 
 
 
 
 
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Europa in bici: le migliori città da visitare su due ruote
Planisfero
Fotogallery