Le città dei Mondiali/2: Fortaleza, Porto Alegre e San Paolo
di Fulvio Fulvi
Il Parco Ibirapuera, polmone verde di San Paolo
Dopo Rio de Janeiro, Belo Horizonte e la capitale Brasilia, ecco altre tre regine del pallone e del turismo internazionale.







Fortaleza, dove è sempre Carnevale



E' situata nella regione del Nordest. Un litorale di 34 km con spiagge sempre affollate e allietate da musica live. Piranha, Futuro, Iguape. Tra le più belle c'è Cumbuco, a un'ora di macchina dalla città dove è possibile andare a pesca con le tipiche jancadas, le barche dei pescatori locali. I più spericolati possono provare a lanciarsi con i furistrada a tutta velocità su un tracciato di dune di sabbia. La discoteca Chico de Caranguejo tra il lungomare Zezè Diogo e la spiaggia do Futuro, ospita anche un grande ristorante all'aperto con menù di pesce. Chi ama le auto può andare a vedere il Museu dò Automovel, nel quartiere Agua Fria, dove sono esposte rare auto d'epoca di varie marche. Ma non perdetevi la micareta Fortal, un grande corridoio con palchi dove si «celebra» il carnevale anche fuori stagione e il parco acquatico Beach Park (www.beachpark.com.br) in rua Portos das dunas.



Porto Alegre, il verde domina e vince



La natura è l'elemento dominante. Tra l'Oceano Atlantico e la Pampa, Porto Alegre, capitale dello stato di Rio Grande do Sul, è la città più verde del Brasile, con ben 11 parchi (da non perdere Aparados da Serra) e un milione di alberi di 190 specie diverse. In centro, da vedere il neoclassico Palazzo Piratini e la cattedrale metropolitana. Intorno alla metropoli, verso l'interno, lagune di acqua salmastra preludono alla foresta pluviale del Rio Gravatai. A Porto Alegre vive una nutrita comunità di italiani. È la patria del churrasco, la carne arrostita allo spiedo che si può mangiare anche in uno dei tanti chioschi spasi per le vie del centro. Il tramonto dal morro di Santa Teresa è poesia per gli occhi e per il cuore.



San Paolo, la capitale della cultura



Fulcro dell'economia e della cultura in Brasile, è la città più popolosa dell'America latina (11 milioni di abitanti). Grattacieli (la Torre Banespa, 35 piani, è alta 161 metri), edifici in stile liberty e dèco, un giardino zoologico con più di 300 animali definiscono l'identità della megalopoli. Da visitare la basilica di Sao Bento, del Seicento, con pareti in legno intagliato e vetrate e la Cattedrale del XX secolo, in stile neogotico (con uno splendido organo italiano dotato di 10.180 canne e un artistico carillon). Nel Parque Iribapuera si trovano il Museo d'arte moderna e un auditorium progettato da Niemeyer dove si svolgerà, a settembre la Biennale d'Arte Contemporanea, una tra le esposizioni più importanti del mondo. Vila Madalena è il quartiere della movida notturna, con ristoranti e discoteche frequentate soprattutto da giovani.



I NOSTRI CONSIGLI:



A Fortaleza, l'Imperial Othon Palace (www.othon.com.br), in avenida Beira-Mar 2500, praia de Meireles, è centrale, elegante, moderno e con camere vista mare (una doppia da 152 $). La spiaggia è proprio sotto. Il personale gentile e la prima colazione ottima. Beauty center e piscina (piccola).



Il Porto Alegre City Hotel, in rua dr José Montaury 20 a Porto Alegre, www.cityhotelpoa.com) conta 122 appartamenti e 27 suite (da 195 $) distribuite su 12 piani. Ristorante (specializzato nella feijoada), sauna e palestra. Ambienti in stile neocoloniale.



Il Nau Royal Hotel Boutique & Spa a San Paolo (www.johansens.com) ha come scenario la fine sabbia bianca e le acque verdi di Cambury Beach, struttura costruita con materiali naturali ed ecosostenibili. Ogni camera e suite dispone di balcone o terrazza con vista sulla spiaggia, sul bosco o sui giardini dell’hotel. Il ristorante «Azul Marinho» serve il granchio North Shore. Hotel lussuoso, con viste impagabili, imperdibile.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Planisfero
Fotogallery