Tenerife, paradiso delle Canarie: ecco perché gli italiani la amano tanto
di Francesca Spanò
Tenerife, paradiso da visitare tutto l’anno e sogno (raramente proibito) di molti italiani che qui desiderano e scelgono di trasferirsi. I motivi per cui questo tratto di terra emersa delle Isole Canarie sia tanto gettonato sono diversi. La natura è varia e rigogliosa, non mancano i divertimenti notturni e le baie incantevoli, è possibile dedicarsi al trekking e all’osservazione delle stelle. Il clima, infine, a volte leggermente variabile, è comunque mite per tutto l’anno. Una destinazione a portata più o meno di tutte le tasche, perfetta sia per i viaggiatori estremi che per i vacanzieri abituati al dolce far niente durante le ferie.
 
 

Una morfologia che varia
 
Nell’isola spiccano angoli di natura selvaggia e nascosti e spiagge sabbiose, ognuno quindi può trovare la propria dimensione personale e rilassarsi completamente senza allontanarsi troppo dall’Italia. Divisa in nord e sud, vanta un maggiore afflusso di visitatori in quest’ultima parte dove le temperature sono anche migliori e la movida più presente. Il nord punta, invece, sulle zone naturalisticamente più importanti ma nel periodo invernale è meno adatta per trascorrere delle ore in spiaggia. La sua origine vulcanica si scopre visitando il suo rilievo ancora attivo, il Teide, alto 3178 metri e considerata la vetta più alta della Spagna.
 
Spiagge indimenticabili
 
Per chi è in cerca di caldo tutto l’anno i migliori siti sono quelli di Los Cristianos Costa Adeje e Playa America, ma trovare un alloggio in loco può essere anche piuttosto caro. Sempre al sud, però, ci sono anche degli angoli nascosti che meritano di essere scoperti magari non dimenticando di fotografare la sabbia, in gran parte di colore nero.
 
Spiagge a Tenerife: le più belle

 
  • Playa de Abama: sabbia dorata, mare trasparente e barriera rocciosa trasparente. Ricorda la forma di una conchiglia ed è frequentata dagli amanti del relax.
  • El Medano: sorge nella parte meridionale ed è perfetta per chi pratica sport acquatici, in un contesto selvaggio. Il vento è spesso molto forte.
  • Playa Fanabé: spiaggia sabbiosa e attrezzata, che ha ricevuto la bandiera blu per il suo mare splendido. Da qui si possono poi organizzare rilassanti gite in barca dal fondo trasparente per scoprire i fondali.
  • Las Vistas: tra Las Américas e Los Cristianos, ad Arona, è adatta alle famiglie con bambini ed è molto frequentata. 850 metri di arenile sabbioso con l’unico difetto che può esserci molto affollamento.
  • Spiaggia de Las Teresitas: non lontano da Santa Cruz, ha fondali carichi di pesci e mare azzurro intorno. Fiancheggiata da palme, è stata creata dall’uomo con sabbia del Sahara, ma lo spettacolo è comunque garantito. Si può raggiungere facilmente anche in autobus e poi magari continuare con una escursione a San Andrés, antico villaggio di pescatori.
  • Playa del Camison: tra Costa Adeje e Los Cristianos, vanta mare calmo e intorno diverse belle strutture ricettive.
  • Playa Jardin: nella zona settentrionale di Tenerife, deve il suo nome alla presenza di giardini esotici in contrasto con sabbia nera e scogliera. La sua nascita è legata a César Manrique, lo scultore che aveva il sogno di creare un bellissimo paesaggio costiero.
  • Playa San Juan: qui si può fare il bagno quasi tutto l’anno, perché il sole manca raramente e intorno la sabbia è scura e spiccano diverse palme.
  • Playa di El Bollullo: all’interno della Valle di La Orotava, vanta un paesaggio incontaminato e scogliere a picco sul mare con sabbia scura e piantagioni di banane fino all’orizzonte. L’arenile si raggiunge seguendo un sentiero di piantagioni di banane con vista sull’oceano o con mezz’ora di trekking.
  • Playa de la Tejita: la più grande spiaggia sabbiosa dell’isola insieme a El Medano. Il tutto con la cornice de la Montaña Roja. La collina si affaccia sul mare e nasconde una baia spesso frequentata dai nudisti.
  • El Duque: nella punta occidentale di Costa Adeje, è un’area ricca di resort di lusso in una atmosfera di relax e pace.  
  • Los Gigantes: è circondata da scogliere enormi che raggiungono gli 800 metri e il suo arenile è di sabbia scura vulcanica. Ottima per chi ama la natura e le belle spiagge.
  • Masca: si tratta di un antico villaggio di montagna con una spiaggia poco conosciuta e difficile da raggiungere. Lo spettacolo, però, è garantito.
 
 
 
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Tenerife a settembre
Planisfero
Fotogallery