Basilea, ma chi ha detto che è noiosa?
di Antonio Maretta
Basilea lungo il Reno
Di solito si pensa che la Svizzera sia noiosa. Ora, a parte il fatto che i luoghi comuni sono i peggiori nemici di noi viaggiatori che dovremmo invece viaggiare proprio per sconfiggerli, la mia esperienza di viaggio in quel Paese non è certo di noia. Forse perché sinora sono stato soprattutto nelle località meno “per turisti”, fatto sta che ad esempio a Basilea non mi sono affatto annoiato.



Credo che in Italia questa città sia più nota tra i banchieri — per certi accordi di cui tutti avrete sentito parlare — che tra i turisti. Fatto sta che ospita alcuni musei davvero straordinari. Uno è la Fondazione Beyeler, con un magnifico edificio progettato da Renzo Piano, in mezzo al verde poco fuori città. L’altro è lo stralunato museo Tinguély, tutto dedicato al simpaticissimo artista locale cui si deve anche una stupefacente fontana meccanica abitata da ingranaggi fantasiosi che fanno la gioia dei bambini e lo stupore degli adulti. Anche la cattedrale che domina il Reno è molto bella e proprio il grande fiume è il vero protagonista della città. Lo si può attraversare anche su un singolare traghetto per pedoni che è quanto di più ecologico si possa immaginare: infatti si muove lungo un cavo grazie alla sola forza della corrente.

Molto bella anche la storica piazza del municipio e raffinati i Lackerlei, dolci specialità locali a base di miele. Da portare con sé come ricordo.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Planisfero
Fotogallery