Vacanze lontano da tutto e da tutti: immersi nella giungla o nella foresta pluviale
di Francesca Spanò
Stress, voglia di relax e desiderio di isolarsi dal resto del mondo si combattono davvero in un mega hotel in riva al mare, accanto a famiglie con bambini urlanti? Sicuramente no e si fa strada una tendenza tutta nuova, legata alla ricerca di luoghi dove coltivare silenzi e pace. Quali location possono rendere meglio di resort di lusso totalmente immersi nella giungla o nella foresta pluviale? La differenza tra i due ambienti è minima ma esiste ed è bene specificarla.
 
 

Nel primo caso, si parla quasi sempre di un habitat più piccolo, ma con un intreccio intricato di liane e giovani alberi rispetto a una rainforest, caratterizzata da un meno fitto sottobosco e precipitazioni elevate. Le foreste pluviali tropicali, inoltre, rappresentano “una grande farmacia a cielo aperto”, visto che un quarto dei principi attivi impiegati in farmacologia arriva da qui.In ogni caso, chi pensa di vivere senza comfort, come un avventuriero d’altri secoli, si sbaglia di grosso. Oggi, nella maggior parte dei casi, si tratta di resort di lusso nel verde e quasi fuori dal mondo, ma pur sempre nel pieno della comodità, del design e dell’eco-sostenibilità. Ecco un elenco dei più noti e richiesti del momento:
 
Tra giungla e foresta pluviale
 
  • Nandili Bali Jungle Resort & Spa: si trova a Bali, precisamente a Ubud ed è un 5 stelle immerso tra palme e vegetazione tropicale. Non mancano terrazze panoramiche e piscina con vista mare.
  • Pangkor laut Resort: sorge in Malesia, in un angolo di giungla dell’isola di Pangkor, luogo epico che rievoca avventure legate ai pirati e ai pescatori. Vi si arriva solo col traghetto, da prendere nella cittadina costiera di Lumut per concedersi un soggiorno tra bungalow isolati, piscine e spa.
  • Hotel Keemala: a Phuket, in Thailandia questo albergo affascina per la sua struttura su palafitta nella foresta tropicale. In più, l’ospitalità è “personalizzata” a seconda dei gusti e delle esigenze dell’ospite. L’architettura punta sulla filosofia orientale di cielo, terra, nido e vagabondaggio. Chi ama quest’ultimo tema, deve optare per la Tent Pool Villa, che somiglia a una tenda beduina con copertura morbida. Chi desidera un contatto diretto con la natura, invece, può prenotare i Clay Pool Cottages che ricreano una sorta di bozzolo dove rinascere direttamente da Madre Natura.
  • Daintree Eco Lodge: in Australia, questo quattro stelle è famoso anche per la spa totalmente immersa nella foresta, con trattamenti che seguono l’antica filosofia degli aborigeni. In più, presenta 15 villette con letti a baldacchino che ricordano le classiche case sull’albero. Qui si trova anche la foresta pluviale più antica del mondo.
  • Blancaneaux Lodge: risale al 1980, quando la famiglia di Francis Ford Coppola, ha pensato di creare questo rifugio in Belize, poi diventato un resort di lusso. Dal 1993 si può prenotare per vivere una vacanza da sogno a diretto contatto con la natura.
  • Hotel Chan Kah Resort Village: nella città di Palenque, nel sito archeologico Maya, in Messico è stata costruita una struttura intorno a una grande piscina di pietre bianche. Le camere sono arredate secondo lo stile locale, circondate soltanto da natura selvatica.
  • Natura Cabana Boutique Hotel & spa: nel nord della Repubblica Dominicana, tra Cabarete e Sosua è realizzato con materiali naturali progettati seguendo le regole del Feng Shui. Undici bungalow divisi tra comfort e vita tropicale, dove dedicarsi anche a lezioni di Yoga all’interno di un tempio buddhista vicino alla spiaggia.
  • Baghvan Taj Safari Lodge: in India, un luogo affatto scontato nella terra più spirituale e affascinante del mondo. L’hotel significa letteralmente “tigre della foresta” e si tratta di 12 casette immerse all’interno di riserve naturali non troppo famose in questo tratto di mondo.
  • Rainforest Canopy Treehouses: questi Eco-Resort di Malanda, in Australia, sono vere e proprie case sugli alberi totalmente in sintonia con l’ambiente. Non mancano i comfort e la vista è sulla foresta pluviale, con il cinguettio degli uccelli tropicali.
  • Warwick Ibah Luxury Villas & Spa: nella meravigliosa Bali sono state costruite poche ville all’interno della foresta pluviale. Il centro di Ubud è vicino e si può raggiungere con una navetta gratuita, mentre la piscina è il vero spettacolo del resort.
  • Hotel Ravadee: non lontano dal Parco Nazionale di Krabi, in Thailandia, è un trionfo di giardini tropicali e colorati, a breve distanza dal Mare delle Andamane con una Spa che combina le antiche filosofie Thai.
  • Silky Oaks Lodge: un boutique hotel nel cuore della foresta pluviale australiana. Presenta 50 stanze, alcune delle quali si trovano sugli alberi e tutte vantano la vasca idromassaggio e l’amaca per rilassarsi.
  • Inkaterra Reserva Amazonica: in Perù, fa parte di un gruppo alberghiero particolarmente attento all’ambiente. Offre la possibilità di vivere il Tambopata National Park in pieno stile locale.
  • Odzala Wilderness Camps: la location è alternativa e si tratta del Congo. Il lodge è costruito da poco e permette un’esperienza unica a sei coppie alla volta e, da qui, si possono organizzare dei safari alla scoperta dei gorilla.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Vacanze lontano da tutto e da tutti
Planisfero
Fotogallery