A Ponza salpa il primo Sushi Boat Restaurant del mondo
di Francesca Spanò
Una barca dotata di ogni comfort, acqua cristallina intorno, un raggio di sole a rendere perfetta la scena e una scorpacciata di ottima cucina giapponese. E come sfondo, lo spettacolo del mare di Ponza. Un sogno che sta per diventare realtà grazie al giovane imprenditore romano Francesco Santilli, pronto a lanciare il primo Sushi Boat Restaurant del mondo. Prima dell'estate, quindi, ci sarà un motivo in più per raggiungere la paradisiaca destinazione del Lazio.
 
 

LEGGI ANCHE: Cracco apre in Galleria a Milano: segreti e prezzi
IL VIDEO: Rapina con sparatoria in un sushi-bar di Milano

Murakami, un nuovo format di business Made in Italy

Il nome esotico del nuovo concept prende spunto dai pirati Wako del Paese del Sol Levante e calza a pennello perché proprio solcando l’Oceano, i Muramaki, incontravano diverse popolazioni che influenzavano anche con le loro abitudini culinarie (e viceversa). Cercando tesori lungo le rotte asiatiche, le loro avventure dentro e fuori dalla tavola sono diventate mitiche e oggi rivivono in tutt'altra versione. Al momento, intanto, è iniziato il conto alla rovescia per l'arrivo dell'imbarcazione che non starà certo attraccata per tutto il tempo, ma prenderà il largo raggiungendo altri paradisi. Si sposterà prima in Italia e poi nelle isole Baleari, come previsto nel progetto entro il 2019, mentre per il primo varo si dovrà attendere il prossimo 2 giugno.

Il caicco dei buongustai

Il battello, originale e interamente ristrutturato, risale al XIX secolo e già da questa estate sarà pronto a salpare e ad ospitare i clienti/viaggiatori, desiderosi di gustare le pietanze da una costa all’altra. Santilli, del resto, conosce bene i segreti della ristorazione e i desideri di chi sceglie di consumare un pasto fuori. Ha già, infatti, due importanti esperienze nella Capitale con L’Avocado Bar (Rione Monti) e la Terrazza Glaciale (Rione Trastevere). E poi è lui stesso un amante del cibo Japan style. Dopo aver gustato tante volte sashimi e involtini di riso ripieni adagiati sui velieri in legno serviti da sorridenti chef dagli occhi a mandorla, l’idea geniale non ci ha messo molto a balenare nella sua testa. Ha perciò riunito un team di professionisti e ha deciso che era ora di pensare ad un concept originale e innovativo, seguendo proprio le richieste di chi da tempo frequenta i locali di cucina etnica.

Un progetto work in progress per chi ama l’acqua

Difficile dire se l’iniziativa avrà ulteriori sorprese da svelare nel tempo, ma certamente è già un richiamo irresistibile per chi vuole unire una breve vacanza in acqua con dei piatti freschi di cucina nipponica. Si potrà salire a bordo da Rada del Frontone, tutti i giorni con orario non stop per una full immersion di relax e buon vivere. Sarà a disposizione, inoltre, un pickup gratuito dal porto di Ponza e non mancherà un servizio take away e di delivery via gommone per tutte le barche che vogliono organizzare uno spuntino privato con sushi, bevande ed alcolici. I costi varieranno a seconda della distanza da coprire. Il ristorante sarà aperto tutti i giorni dalle 11 alle 24 e il bar fino alle due del mattino.

Delizie in menu, in un mix di tradizione e fusion

Si potranno gustare, tra gli altri, anche il sushi burrito 8 €, il sushi donut 10 €, il burger rice 10 € e piatti in versione fusion che molto successo riscontrano soprattutto negli Stati Uniti.  E, poi, le poke bowls 15 €, che uniscono cultura giapponese e hawaiiana rielaborando il classico sushi. La carta dei cocktail richiamerà la tradizione “piratesca” e si abbineranno al menu e per chi lo vorrà, sarà possibile affittare il caicco per eventi privati.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
A Ponza salpa il primo Sushi Boat Restaurant del mondo
Planisfero
Fotogallery