Stende il bucato e viene folgorata da scarica elettrica: la vicina accorre e muore anche lei
Stende il bucato e viene folgorata da scarica elettrica: la vicina accorre e muore anche lei
LECCE - Un cavo elettrico non isolato e un'ipotetica anomalia all'impianto elettrico generale: sarebbero queste le cause della morte di due donne folgorate da potenti scariche elettriche mentre una delle due stava maneggiando un cavo metallico del suo stendibiancheria, che è venuto a contato con il filo elettrico. La tragedia è avvenuta in mattinata nel giardino di una villa su una strada di Nardò che porta allo splendido mare salentino, in via San Giuseppe da Copertino. Le vittime sono Anna Cinzia Cataldi, di 46 anni, proprietaria dell'abitazione in cui si è verificato l'incidente, e la sua vicina di casa Antonia Antonaci, di 51, intervenuta in soccorso dell'amica dopo aver sentito le urla di aiuto, forse della figlia minorenne della donna. 

Bimba di 7 anni folgorata in un resort vacanze. «Colpa di un corrimano difettoso». Resterà invalida

Sono ricoverati in ospedale, ma non sono in pericolo di vita, il marito di Antonaci, Antonio De Paola, colto da malore dopo la disgrazia; la figlia 16enne della Cataldi, che ha prontamente disattivato il contatore elettrico che, per motivi da accertare, non aveva fatto scattare il salvavita, e il marito di Anna Cinzia Cataldi. Padre e figlia sono stati colpiti leggermente dalla scarica elettrica. L'uomo avrebbe qualche ustione alle braccia.

Muore folgorata a 20 anni mentre fa il bagno usando lo smarthphone in ricarica

Secondo la ricostruzione dei fatti, Cataldi è rimasta folgorata da due scariche mentre maneggiava un cavo in acciaio del suo stendibiancheria che, per motivi da accertare, è venuto a contatto con un cavo elettrico scoperto, cioè non isolato dalla gomma. Sul pavimento c'era dell'acqua. Partite le scariche elettriche, per la donna non c'è stato nulla da fare. La vicina, Antonia Antonaci, sentite le urla di aiuto, è accorsa in casa dell'amica ma, toccandola, è rimasta folgorata anche lei: complice il pavimento bagnato. 
 
 

Proprio l'acqua trovata per terra aveva fatto inizialmente ipotizzare che le donne fossero rimaste folgorate mentre la padrona di casa stava irrigando il giardino. Poi carabinieri e vigili del fuoco, visto che Anna Cataldi aveva accanto a sé il bucato appena prelevato dalla zona lavanderia, hanno ricostruito l'esatta dinamica dei fatti e hanno trovato il cavo elettrico scoperto alla base della tragedia. Sulla vicenda la Procura di Lecce ha aperto un'indagine e ha inviato sul posto il medico legale, Roberto Vaglio. Non vi è alcun dubbio che si sia trattato di un incidente domestico.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Stende i panni e prende la scossa, la vicina la soccorre: muoiono in due
Luzimara Souza, la campionessa di surf morta folgorata
Planisfero
Fotogallery