Prima il mare, poi i monti: la Corsica in motocicletta
di ChIara Todesco
Si vede il mare ma si ha l’impressione di essere tra le cime dolomitiche. Succede in Corsica, un’isola piena di sorprese. Cosž se dopo qualche tuffo in mare e pennichelle sotto l’ombrellone avete voglia di aria frizzante e montagne, basta dirigersi verso l’interno e scoprirete un altro mondo. Fatto di pini marittimi, larici, abeti, rocce, falesie, cascate, torrenti, pozze d’acqua. L’interno della Corsica √® cos√¨, verdissimo. Se avete la moto meglio, assaporerete tutto pi√Ļ fortemente. Proprio con le due ruote un giro molto bello √® quello che porta al Col de Bavella. Si pu√≤ partire da Porto Vecchio e si risale pian piano la strada che si immerge nella foret de l’Hopital, nella regione dell’Alta Rocca, facendo qualche sosta. La prima d’obbligo √® alla partenza del sentiero che porta alla cascata di Piscia di u Ghjaddu (Piscia di Gallo): un chilometro dopo il paese de l'Osp√©dale, a 900 metri di altitudine, lasciate la moto e prendete il sentiero segnalato che in un’ora e mezzo vi porta alla cascata. Il percorso √® bellissimo: si cammina tra larici e abeti costeggiando un torrente che scorre tra rocce e massi levigati fino ad arrivare al punto in cui si sente la cascata. Prima di vederla, infatti, se ne sente il rumore. Si pu√≤ rimanere in alto e ammirare la cascata che compie un salto di 70 metri oppure scendere con attenzione tra le rocce (qui il percorso √® pi√Ļ difficoltoso) e vedere la massa d’acqua da sotto. In ogni caso √® uno spettacolo. Dopo questa variante si risale in sella e si prosegue lungo la strada fino al Col de Bavella che con i suoi 1218 metri √® un vero passo di montagna. Ve lo fanno capire l’arietta fresca, le cime frastagliate delle guglie di granito, i pini. Sul colle ci si ferma per un'altra doverosa sosta e poi si scollina proseguendo lungo la strada che porta fino a Solenzara. Un consiglio: fate piano i tornanti perch√© capita che dietro l’angolo vi troviate una bella mucca piazzata in mezzo alla strada! O a volte anche un cervo che vi attraversa l'asfalto. Proseguite cos√¨ per 60 chilometri e lasciatevi tentare dalle tante pozze d’acqua che trovate: anse e piscine naturali dalle acque limpide incastonate tra le rocce levigate dove ci si pu√≤ sdraiare a prendere il sole per poi tuffarsi nell’acqua fresca. Un vero paradiso…



I NOSTRI CONSIGLI

Per info turistiche:

www.visit-corsica.com





Per dormire



Hotel Chiar di Luna

Nel paesino di Zonza, un piccolo hotel di charme che offre 16 camere e una dependance con giardino privato.

www.hotelclairdelune.com



Per mangiare



Auberge du Col de Bavella

Cucina corsa tradizionale, salumi, carni e una torta alle castagne deliziosa. Si mangia in terrazza.

www.auberge-bavella.com



A Pinzutella

Specialità corse e prodotti della fattoria proprio di fronte alle cime di Bavella.

Route de Bavella, tel. 04 95574118.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Prima il mare, poi i monti: la Corsica in motocicletta
Planisfero
Fotogallery