Crollo diga in Brasile, riapre il centro di cultura di Brumadinho
Crollo diga in Brasile, riapre il centro di cultura di Brumadinho
L'Istituto Inhotim, centro d'arte di Brumadinho chiuso dal 25 gennaio a seguito del disastro della rottura della diga della località, riaprirà il prossimo 9 febbraio. Anche se i locali dell'Istituto non sono stati raggiunti dalla colata di fango, il pubblico era stato evacuato dalla struttura. Alla riapertura, l'ingresso sarà gratuito per tutti i visitatori. In onore delle vittime della tragedia, i presenti saranno invitati a osservare un minuto di silenzio. Secondo quanto riferito da Agencia Brasil, dei circa 600 impiegati del museo, l'80% vive nella regione e 41 hanno parenti dispersi o deceduti nel disastro.

IL PROGRAMMA
I dipendenti sono tornati al lavoro oggi ieri e hanno partecipato a un programma per l'accoglienza e il benessere, con meditazione, yoga, film e talk show. Il 30 gennaio, l'Istituto aveva rilasciato una dichiarazione in cui si affermava che la riapertura programmata per il primo febbraio era stata annullata. Nella dichiarazione, il museo ha sottolineato che parteciperà attivamente al recupero di Brumadinho. «In quanto istituzione di riferimento nella regione, e dato che comprendiamo che il disastro lascerà segni profondi e duraturi, Inhotim è consapevole del fatto che avrà un ruolo fondamentale nel recupero della città nei prossimi anni. Cultura, arte, ambiente e l'istruzione sono essenziali per lo sviluppo umani e della società», ha affermato l'ente.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Planisfero
Fotogallery