Lisbona, miglior capitale d'Europa per una fuga autunnale
di Marina Moioli
Gli azulejos, simbolo di Lisbona
«Azul» è una parola araba che significa lapislazzulo e che poi in portoghese e in spagnolo è passata a significare azzurro. «Zulej» invece significa levigato e lustro, così le caratteristiche piastrelle bianco azzurre che si chiamano azulejos racchiudono in sé i concetti di colore del cielo e insieme di liscio e luccicante. Piccole opere d’arte che insieme a tante altre meraviglie fanno di Lisbona una destinazione unica.



A Lisbona, città che con mille anni di storia, c’è sempre molto da vedere e da fare. E non è quindi un caso che la città abbia vinto per la terza volta in 5 anni il premio come miglior destinazione per city breaks in Europa al World Travel Awards.



Si può cominciare da una passeggiata in riva al fiume Tago, che lega la monumentale zona di Belém al moderno Parque das Nações. Da non perdere il quartiere Chiado: punto di incontro di giovani, artisti e intellettuali, è la zona di locali emblematici, come «A Brasileira», delle scuole di arte, dei teatri e delle tradizioni, come quella del fado, la struggente musica popolare portoghese. Non è lontana la zona del Carmo, dove ci sono il Convento e la Chiesa del Carmo, che mantengono l´eleganza e l’imponenza di un tempo. Chi ama l’arte antica trova nel Museo Archeologico del Carmo un’esposizione di reperti preistorici, romani, medioevali, manuelini, rinascimentali e barocchi. Anche il Largo del Carmo è un sito emblematico della storia nazionale recente, palcoscenico privilegiato della Rivoluzione dei garofani, avvenuta il 25 aprile 1974. Il Carmo è collegato alla Baixa attraverso un altro monumento fondamentale della città, lo scenografico Elevador da Santa Justa, che permette di godere della bellissima vista sulla Baixa Pombalina. Non fatevi sfuggire l’opportunità di scendere o salire attraverso questo elevador centenario, l’unico verticale aperto al pubblico e che è stato progettato da un allievo di Gustave Eiffel, con uno stile architettonico davvero particolare.



Nella Baixa, tradizionale centro commerciale della città, c’è una grande concentrazione di negozi lungo la Rua Augusta, la strada principale che unisce il Terreiro do Paço, piazza che si affaccia sul fiume Tago, alla bellissima Praça do Rossio. A nord del Rossio c’è l’Avenida da Liberdade. Una passeggiata per quella che fu, in pieno XIX secolo, il «Passeio Público» (passeggiata pubblica) della città e dove le élite si ritrovavano per lo «struscio». Oggi l’Avenida è il luogo dove si può fare lo shopping più cosmopolita della città.



Il modo migliore per visitare la capitale portoghese affacciata sull’Atlantico è girarla a piedi. Solo così si possono conoscere fino in fondo le bellezze storiche e architettoniche della città e gli usi e costumi locali. Nonostante i taxi siano numerosi e abbordabili, la cosa migliore per i più pigri è ripiegare sul tram. Lisbona, infatti, è famosa per questo mezzo di trasporto che l’attraversa completamente collegandola in quasi tutti i suoi punti. I più adatti sono il 15, il 25 e il 28 anche se solo quest’ultimo è considerato il tram storico per eccellenza. Il suo percorso, che si arrampica in vicoli molto stretti e affronta curve improbabili, attraversa l’Alfama, lo storico quartiere moresco dal fascino bohémien.



Ma la città è famosa soprattutto anche per la sua vita notturna. Anche dopo il tramonto, il miglior modo per entrare nella notte di Lisbona è a piedi. Si può passeggiare nel quartiere del Chiado, uno dei più trendy oltre che una delle zone del Principe Real e de Bairro Alto. Tutte ricche di ristoranti, locali, negozi e club. Il Bairro Alto è anche il quartiere dello shopping frenetico ed è addentrandosi nelle sue strette vie che si ritrova lo spirito più autentico di Lisbona.



Per informazioni

www.visitlisboa.com

www.lisboastorycentre.pt



Lisbon Card

Prevede sconti speciali su monumenti, trasporti pubblici e ingressi ai musei.

www.visitlisboa.com



I NOSTRI CONSIGLI

Per arrivare

Voli diretti della compagnia nazionale Tap

www.flytap.it



Dove dormire

Hotel Britania, Rua Rodrigues Sampaio 17, Lisbona; tel. 00351.213 155 016,

www.hotel-britania.com

Un hotel di charme nel centro storico in un edificio Anni ’40 progettato dal famoso architetto Cassiano Branco.



Sao Pedro Lisbon Hotel, Rua Pascoal de Melo 130, Lisbona; tel. 00351.21 357 8865, www.saopedrolisbonhotel.com

Un accogliente hotel nel cuore di Lisbona vicino al Praça Marquês de Pombal e al Parco Eduardo VII.



Alfama Pàtio Hostel, Escolas Gerais 3, Lisbona; tel. 00351. 21 888 3127 www.destinationhostels.com

Atmosfera chic e una terrazza «verde» che domina la città in questo ostello particolarmente confortevole.



Buone opportunità anche negli hotel del gruppo Heritage, strutture di design e boutique hotel. Oltre al già citato Britania:



Hotel As Janelas Verdes – Rua Janelas Verdes 27, Lisbona, tel. +351/21/3968143



Heritage Av. Liberdade – Avenida da Liberdade 28, Lisbona, tel. +351/21/3404040



Hotel Lisboa Plaza – Tv. Salitre/Av. Liberdade, Lisbona, tel. +351/21/3218218



Hotel Solar do Castelo – Rua das Cozinhas 2 (ao Castelo), Lisbona, tel. +351/21/8806050



www.heritage.pt (anche in italiano)



Doppie da 120 euro, offerte stagionali







Dove mangiare

Restaurante Varanda de Lisboa, Praça Martim Moniz 2, Lisbona; tel. 00351.218 842 000, www.varandadelisboa.pt

Un ristorante dall’atmosfera sofisticata dove assaggiare Baccalà al forno in stile Mundial ma anche assistere a un live show cooking.



Restaurante Feitoria Wine Bar, Doca do Bom Sucesso, Lisbona;
tel. 00351.210 400 200. www.restaurantefeitoria.com

A Bélem cucina d’autore dello chef stellato João Rodrigues.



Bica do Sapato, Avenida Infante Enrique, Lisbona, tel. 00351.218 810 320, www.bicadosapato.com

Famoso per essere uno dei migliori in Lisbona per la nouvelle cuisine.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Lisbona, miglior capitale d'Europa per una fuga autunnale
Planisfero
Fotogallery