Oktoberfest, non solo birra: soggiorno alternativo a Monaco
di Francesca Spanò
Le autunnali celebrazioni della birra a Monaco sono ormai leggendarie e copiate un po’ ovunque. Se è questa bevanda a farla da padrone in città, soprattutto fra fine settembre e fine ottobre in occasione dell’Oktoberfest, ciò non vuol dire che ci si debba perdere soltanto tra grandi tendoni e pub dove procaci ragazze ne spillano fiumi per gli incontentabili clienti, offrendo anche brezel e stuzzichini.  
 
 

Lontani dalla folla quando tutti festeggiano

Chi non vuole prendere parte al folkfest tanto affollato, può allontanarsi appena e trovare delle location originali con proposte sfiziose. C’è ad esempio il Blitz Restaurant, con la sua cucina messicana vegana, mentre chi vuole assaggiare specialità panasiatiche può raggiungere l’Enter the Dragon, con fusion cinese e discoteca karaoke. Tuttavia, il posto più divertente di tutti è probabilmente il Cafè Crönlein, un’ex bagno pubblico trasformato in bar. E, ancora, altra idea può essere quella di sfuggire all’aroma di malto prendendo parte a un brunch su un battello a vapore.

Bere qualcosa di diverso

Per questo obiettivo le proposte, ovviamente, non mancano. Chi è alla ricerca della più grande collezione di gin della città può fermarsi allo Zephyr Bar, aperto da un decennio ma sempre in cerca di innovazione nel menù e nei cocktail. Das Griabig, ancora, è un vero paradiso per chi ama i vini biologici non lontano dalle più antiche fabbriche di birra dell’Oktoberfest.

Passeggiando alla scoperta di luoghi insoliti

Chi nei giorni di soggiorno vuole anche scoprire qualcosa di particolare sulla città, può dirigersi al Bmw Welt soprattutto se le automobili sono un’innata passione. All’interno di una modernissima struttura architettonica di fronte al Museo delle Bmw, è possibile scoprire i vecchi e nuovi modelli del brand e ammirarli in movimento sognando di possederne uno fiammante. Ancora, una passeggiata rilassante potrebbe essere quella all’Englischer Garten, il giardino inglese di Monaco di Baviera. Si tratta del più grande spazio verde cittadino e punto di ritrovo preferito dei locali quando il tempo è ancora mite. E per chi ritorna verso il centro, infine, immancabile è la ricerca dell’”orma del diavolo”. Si trova all’ingresso della Frauenkirke, una chiesa molto grande che può contenere fino a ventimila visitatori e riguarda un’impronta molto misteriosa. Secondo la leggenda appartiene proprio al diavolo che andò via indispettito dopo essere stato preso in giro dal costruttore.
 

 
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Oktoberfest
Planisfero
Fotogallery