Tour in Vallonia per gustare le birre dei
trappisti
di Marina Moioli
Birre trappiste in Vallonia
Altro che Oktoberfest! Uno dei Paesi che conta la piý grande varietŗ di birra, come la pils, la bianca o le birre d’abbazia Ť il Belgio. con 500 varietŗ: bionde, brune, alla cannella, al miele, al lampone e chi ne ha pi√Ļ ne metta.

Ma il Belgio √® anche e soprattutto la patria delle birre trappiste, una vera chicca per intenditori. Esistono infatti solo otto birre trappiste al mondo di cui ben sei sono prodotte in Belgio e tre nella sola regione della Vallonia: le birre d’Orval, di Chimay e di Rochefort, che conservano i loro segreti nel cuore delle abbazie. In alcuni casi birrerie e laboratori dei monasteri si possono anche visitare. Dove invece non √® possibile entrare c’√® sempre un posto, un bistrot dove gustare quella birra speciale fatta a regola d’arte.



Le birre d’abbazia sono prodotte con l’antico metodo dell’alta fermentazione; generalmente corpose e di forte contenuto alcolico (da 6 a 9 gradi alcolici). La loro colorazione varia dall’oro carico, all'ambrato, al rosso cupo, al bruno scuro. Si richiamano alle birre che venivano anticamente prodotte in numerose abbazie belghe.

I nomi delle birre d’abbazia vengono da monasteri esistenti oppure storici che non esistono pi√Ļ: Leffe, Maredsous, Val-Dieu, Floreffe. Alcune, inine, conservano il nome dell’abbazia, ma non sono necessariamente legate alla produzione nelle strutture religiose.



Oltre alle celebri etichette delle birre trappiste di Orval, Chimay e Rochefort, esistono tanti piccoli birrifici artigianali come Dubuisson, Val-Dieu, Bocq, Val de Sambre e Achouffe solo per citarne alcuni. Ed √® anche possibile seguire un itinerario, da percorrere in libert√† con auto a noleggio, che consente di visitare le principali abbazie trappiste specializzate fin dall’epoca medioevale nella realizzazione di birra, cioccolato e formaggi artigianali, prodotti secondo un rigoroso codice etico che impone massima cura nella selezione delle materie prime, attenzione alle tecniche di produzione tradizionali e un modello commerciale finalizzato all’autosostentamento, senza scopo di lucro.



Il circuito include la visita di Bruxelles, Dinant, Rochefort e Namur. Si pu√≤ far sosta nell’abbazia trappista di Notre Dame d’Orval, specializzata nella produzione di birra dal XVII secolo e nell’abbazia di Notre Dame de Scourmount, dove vengono prodotti formaggio e birra Chimay, di cui esistono quattro variet√†. E alla fine del viaggio √® posssibile fare una degustazione di cioccolato a Bouillon o visitare l’azienda familiare ¬ęBrasserie du Bocq¬Ľ che dal 1858 produce milioni di litri di birra ogni anno.



Ma la Vallonia, la regione a sud del Belgio, √® anche una terra ricca di storia e di arte con un passato di tutto rispetto che si rivela nelle affascinanti cittadine di Liegi, di Namur, di Mons e di Tournai, tutte destinazioni che meritano un viaggio perch√© a ogni angolo vi si pu√≤ scoprire un’antica abbazia, un castello, una fortezza, una roccaforte, un museo.



Info: www.belgioturismo.it





I NOSTRI CONSIGLI



Birrificio Abbaye des Rocs

Chaussée de Brunehaut 37, Montignies-sur-Roc (Honnelles); tel. 0032 (0) 65755999,

www.abbaye-des-rocs.com



Thuin e l'abbazia di Aulne

Rue Vandervelde 275, Gozeee (Thuin), Tel. 0032 (0) 71595454, www.thuin.be



Birrificio dell'Abbazia di Malonne

Rue Fond de Malonne 85, Malonne (Namur); tel. 0032 (0) 81450850, www.m-abbaye.be



Birrificio dell'Abbazia di Val Dieu

Val-Dieu 225, Aubel; tel. 0032 (0) 87687587, www.val-dieu.net
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Tour in Vallonia per gustare le birre dei trappisti
Planisfero
Fotogallery