La Turchia e il suo mare: in crociera su un caicco
di Monica Conforti
Una baia dell'isola di Symi
Visti dal ponte di un caicco gli ottomila chilometri di coste della Turchia sono ancora più affascinanti. Merito, certo, della infinita collezione di insenature e spiagge spesso deserte che sembrano fatte apposta per garantire la massima soddisfazione - e tranquillità - anche al più viziato degli ospiti. Ma è il particolarissimo mezzo di trasporto a fare la differenza. Le tradizionali imbarcazioni turche, usate un tempo per la pesca e il trasporto delle mercanzie sono diventate le più comode imbarcazioni da diporto. Se ne trovano di dimensioni assai diverse, da sei a 16 posti letto, e offrono spazi ben più ampi delle solite barche a vela. Di solito a poppa si trova una sorta di veranda dove si consumano i pasti e dove c’è la cabina di pilotaggio. A prua c’è invece una zona attrezzata per i “bagni di sole” e il relax. L’equipaggio, oltre che a pilotare l’imbarcazione, provvede anche a fare le pulizie e preparare i pasti, a base di piatti tradizionali che vengono serviti a bordo. Insomma, il caicco è una sorta di mini hotel galleggiante a disposizione dei viaggiatori più accorti.

La rotta viene stabilita insieme al capitano, a cui spetta naturalmente l'ultima parola, a seconda delle esigenze: chi desidera una vacanza a tutto mare e natura si sofferma più a lungo nelle baie di tranquilla acqua turchese, mentre coloro che preferiscono approfittare dell'occasione per visitare borghi marinari, le località turistiche alla moda e i siti archeologici a ridosso della costa getteranno spesso l'ancora nei porticcioli.



I caicchi salpano da tutte le principali località costiere. Particolarmente strategica è Bodrum. Dalla cittadina (l'antica Alicarnasso) famosa anche per l'abilità dei suoi maestri d'ascia ci si può spingere a Est per raggiungere la baia di Gokova e poi scendere verso sud e tornare a Bodrum. Ma si salpa anche da Kemer, Antalya, Marmaris e Fethiye, ovvero le più animate località balneari del Paese.



Famiglie e gruppi di amici privilegiano la possibilità di affittare un intero caicco per poter organizzare più agevolmente il programma di navigazione. Altrimenti si affitta una cabina - direttamente in porto o, meglio, in agenzia di viaggi anche in Italia -, come per una qualunque crociera. I programmi sono, di regola, di una o due settimane, ma è anche possibile limitarsi a navigazioni più brevi. Di solito nelle quote sono comprese la pensione completa, l'attrezzatura per diving, snorkeling e pesca, nonché in qualche caso anche le visite a terra. Vale però sempre la pena verificare il tutto con attenzione, affinché nulla possa turbare il piacere di una navigazione d'altri tempi Info: Turchia, Ufficio cultura e informazioni, tel. 06.4871190, www.turchia.it





I NOSTRI CONSIGLI



Viaggi Giovani di Nico Tour Operator (http://www.viaggigiovani.it/mare-e-relax/turchia) propone fino al 9 settembre crociere settimanali con partenza da Bodrum e navigazione nel Golfo Gokova con quote da 890 euro a persona, voli inclusi. Turbanitalia (www.turbanitalia.it) organizza le esclusive crociere denominate “Turchia Turchese Speciale" a bordo di caicchi dotati di aria condizionata che vanno da Bodrum fino ad Antalya. Quote da 981 euro a persona, voli inclusi.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Planisfero
Fotogallery