A spasso per Atene in compagnia di un
ateniese
di Marina Moioli
Atene Plaka e il Partenone
L’ultima idea dell’Ente Turismo Ellenico per attirare visitatori è il nuovo programma gratuito “Questa è la mia Atene”, gestito da volontari e ideato per mostrare la città e le sue ricchezze in modo inedito e introspettivo. Andando a spasso insieme a un cittadino ateniese il turista può scoprire così i mercatini all’aperto dei contadini che offrono i loro prodotti biologici, i bar e i negozi più glamour, le gallerie d’arte che svendono pezzi da collezione, i quartieri più cool. Insomma, un tour su misura (organizzato anche per disabili) che permette di calarsi nel vero tessuto cittadino. Per usufruire del servizio, completamente gratuito, basta fare domanda online sul sito www.thisisathens.org compilando il modulo «Meet an Athens Local» con almeno 72 ore di anticipo rispetto alla data di arrivo.



Per chi invece preferisce far da sé e girare la città senza guida, la prima cosa da sapere è che Atene, definita una «città di scompigliata bellezza», è anche una città caotica, costruita a macchia d’olio su un territorio ampio e sconnesso, tra spiagge, colline, strade tortuose. In compenso nessun’altra città permette di alzare lo sguardo sul profilo illuminato dell’Acropoli o di vedere in lontananza il mare da un belvedere nascosto.



La prima tappa può essere la collina di Licabetto, che letteralmente significa «luogo dove si gusta il tramonto». Si raggiunge facilmente con la funicolare dalla sottostante zona di Kolonaki, in via Plutarchou (funziona tutti i giorni fino a tarda sera) e dall’alto la vista spazia dalla collina del Partenone fino al Pireo. Nel quartiere sottostante, Kolonaki, si trovano invece le boutique e i negozi di design più alla moda, i migliori ristoranti e le gallerie d’arte contemporanea. Qui merita una sosta anche il Museo delle Arti Cicladiche, che contiene preziosissimi reperti archeologici di cinque millenni fa, oltre a un interessante percorso audiovisivo dedicato ai tempi della Grecia classica.



Non lontano c’è piazza Sintagma, sede del Parlamento ellenico e punto nevralgico del centro cittadino. Dopo aver visto il cambio della guardia dei tipici Evzoni in costume, si imbocca una delle due strade parallele di Ermoù e Mitropoleos diretti al quartiere di Monastiaki, la zona più affascinante di Atene insieme al confinante quartiere di Plaka con il suo via vai di negozietti di souvenir, chioschi e ristoranti ma anche con i suoi edifici neoclassici dove nell’Ottocento abitava l’aristocrazia ateniese. A Monastiraki ogni domenica mattina le stradine del quartiere sono invase da chi va a caccia di occasioni tra vestiti, oggetti di artigianato, quadri e libri d’epoca, strumenti tradizionali.



Prima di ripartire non resta che salire fino al Partenone o almeno fare il giro dell’Agorà, magari per ricordarsi che qui passeggiava Aristotele o per andare in cerca della prigione dove Socrate bevve la cicuta. Ed è sempre un’emozione trovarla, anche se oggi a ricordarla restano solo poche pietre sconnesse.







I NOSTRI CONSIGLI



Per arrivare

EasyJet (www.easyjet.com) assicura voli giornalieri da Milano Malpensa e Roma Fiumicino.



Dove dormire

Hilton Athens, Vassilissis Sofias Avenue 6, tel. 0030.210.7281000, www.hiltonathens.gr

In posizione strategica ai margini del centro, con vista spettacolare sull’Acropoli dalla terrazza del ristorante Galaxy. L’hotel offre anche pacchetti speciali per weekend culturali da 299 euro per due persone, compresi due pernottamenti, prima colazione, accesso alla Spa e al centro fitness e i biglietti d’ingresso a sei musei cittadini.



Dove mangiare

Kuzina, Adrianou 9, Thiseio, tel. 0030.210.3240133, www.kuzina.gr

A pochi passi dall’Agorà il frequentatissimo ristorante Kuzina è anche art gallery. Un ottimo indirizzo per gustare le specialità greche rivisitate con fantasia. Nota di merito la lista dei vini greci autoctoni.



Informazioni turistiche

Ente ellenico per il turismo, via Lupetta 3, Milano, tel. (02) 860470, www.ente-turismoellenico.com o www.visitgreece.gr
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
A spasso per Atene in compagnia di un ateniese
Planisfero
Fotogallery