Dalle Filippine al Perù ecco dove andremo in vacanza nel 2019
di Laura Bolasco
Dalle isole più remote delle Filippine, autentici paradisi per sub e amanti del mondo sottomarino, fino alle affascinanti isole danesi a largo dell’Oceano Atlantico settentrionale: per il 2019 si prevedono viaggi verso mete inesplorate e decisamente avventurose.
Proposte per viaggiatori indipendenti, che amano la scoperta e non hanno paura di andare oltre la propria zona di comfort. D’altronde si sa: è in quel genere di luoghi che risiede la magia.

LEGGI ANCHE Cinque cose da fare a Roma almeno una volta nella vita
 
 

Palawan, Filippine
Più di 7000 isole tra cui scegliere ed angoli ancora non del tutto conosciuti ai più: le Filippine diventano meta gettonatissima per le vacanze 2019. Il paradiso naturale di Palawan, un’isola collocata a sud-ovest con fondali da fare invidia al resto del mondo, è tra i paesaggi imperdibili della zona. A nord, tra insenature e spiagge appartate, si trovano El Nido e la baia di Bacuit dalla sabbia dorata e le inedite sfumature blu, mentre sull’isola di Cadlao è imprescindibile e sbalorditivo lo snorkeling su giardini di corallo.
 
Santa Teresa, Costa Rica
Sugli hippy di Montemuza e Santa Teresa può darsi si sia già sparsa la voce. Ma dei surfisti che riempiono le spiagge su entrambi i lati della penisola di Nicoya, ancora in pochi ne sono a conoscenza. E’ in quella zona che si trova la riserva naturale del paese, un luogo incantato diventato accessibile al turismo da poco e in cui si vive un’atmosfera magica e a contatto con la natura unica e irripetibile.  I negozietti e bar tipici del luogo sono ritrovi di coloro che hanno abbandonato la vita frenetica di città per trasferirsi qui, tra la spiaggia di Roca Mar e Hermosa, in un angolo di pace all’ombra delle palme.
 
Kuelap, Perù
Non solo Machu Picchu. A nord dell’Altopiano peruviano infatti ci sono mete ancora poco battute dal turismo nonostante la spettacolarità dei loro territori. Tra foreste, giungla amazzonica e reliquie dei re Inca, sorge Kuelap, città fortezza costruita totalmente in pietra che nonostante le origini antichissime (tra il 500 e il 1493) si conserva tutt’oggi in ottime condizioni. Panorami mozzafiato fanno da cornice a rovine precolombiane e strutture circolari, di cui la più famosa, El Tintero, è simbolo del luogo e fonte di leggende locali religiose e affascinanti.
 
Isole Faroe
Diciotto isole e 50.000 abitanti: questi i numeri delle Isole Faroe, a metà strada tra Scozia e Islanda, nel bel mezzo dell’Atlantico. Una vita tranquilla e silenziosa caratterizza questo arcipelago, meno famoso delle isole Svalbard e della Groenlandia, ma un’ottima alternativa per un viaggio all’insegna della ruralità e della natura incontaminata. Greggi di pecore e pittoreschi villaggi di pescatori sono la perfetta fotografia del luogo, il tipico paesaggio nordico avvolto nella nebbia. Da non perdere: la cascata Gasadalur, il lago Sorvágsvatn e le tenere pulcinelle di mare di Mykines.
 
Isola di Folegandros, Grecia
Parlando di mete estive la Grecia è sempre in pole position. Ma se il caos e la movida di Santorini e Mykonos non sono quello che cercate, forse Folegandros, nelle isole Cicladi, potrebbe fare al caso vostro. Le costruzioni tipiche tinte di bianco e azzurro non mancano, così come le spiagge paradisiache (e deserte, come Livadaki), tipiche di quei luoghi. La sera si predilige una passeggiata lungomare alla discoteca, visto che, per inciso, non ce n’è neanche l’ombra. Per innamorarsi dell'isola non serve poi molto: un tramonto dalla Cappella di Panagia, una visita alla scoperta Chora, il cibo greco nelle taverne dei pescatori della zona e sarete cotti al punto giusto.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Dalle Filippine al Perù, ecco dove andremo in vacanza nel 2019
Planisfero
Fotogallery