Niente più code in biglietteria grazie a MyPass
di Alessandra Iannello
Quello che spesso disturba una vacanza sono le code infinIte per le biglietterie di musei, di mezzi di trasporto o, vista la stagione, di impianti montani di risalita. Per mettere fine a questo “disagio” è nata MyPass un’app (Ios e Android) che consente di accedere direttamente alle biglietterie, al pagamento delle soste e a tanti altri servizi. Si tratta di una piattaforma tecnologica che abbina il mobile payment al servizio di accesso diretto, grazie alla quale l’utente può, mostrando la propria app, saltare la coda senza la necessità di convertire il voucher in biglietto. La app è stata realizzata dalla società omonima che è nata a Firenze nel 2014 come startup innovativa e in meno di 3 anni si è trasformata in una vera e propria azienda che oggi ha sede a Torino e impiega 15 dipendenti di cui oltre la metà ingegneri del Politecnico di Torino e Milano.
Esistono diverse versioni di MyPass a seconda del servizio.

MyPass Sky è utilizzabile su oltre 1000 chilometri di piste nei comprensori più belli delle Alpi, dal Piemonte al Trentino (Bormio, Folgarida – Marilleva, Foppolo – Carona, Madonna di Campiglio, Monte Bondone, Paganella, Pejo, Pinzolo, San Simone, Santa Caterina Valfurva e Ovindoli), per saltare la coda in biglietteria e pagare solo ciò che si è effettivamente sciato. Con MyPass Sky è possibile acquistare e gestire tariffe orarie, plurigiornalieri, sconti junior e baby, a seconda delle offerte nei comprensori convenzionati, rilevando in automatico la tariffazione più conveniente per lo sciatore senza prepagare lo skipass. Inoltre a Bormio è attivo un upgrade del servizio che consente di fare acquisti nelle baite convenzionate, rigenerarsi presso i centri termali Qc Terme Bagni di Bormio e l’accesso diretto al parcheggio a ridosso degli impianti di risalita. 

«Quest’anno – afferma Guya Paganini, amministratore delegato di MyPass – puntiamo a chiudere a + 300% di tessere emesse. Siamo stati i primi quattro anni fa a credere che il futuro dello sci passasse attraverso la tecnologia “pay per use” e le stazioni sciistiche hanno dato fiducia alla nostra idea, che oggi raduna una community di oltre 50.000 sciatori e che nella passata stagione ha già rappresentato per alcune stazioni fino al 10% del transato. Nel mese di giugno abbiamo presentato domanda di brevetto. Dal 2017 siamo partecipati dal Gruppo Banca Sella e quest’anno abbiamo sottoscritto un accordo con il gruppo Helvetia per proporre una formula assicurativa innovativa».
MyPass Venezia è stata pensata per accompagnare i turisti (ma anche i residenti) nel loro soggiorno a Venezia, alla scoperta dei grandi musei ma anche di rotte inconsuete e angoli nascosti. All’interno di un’unica app il turista ha la possibilità di parcheggiare, pagare ed entrare in grandi musei come il Museo Guggenheim o Scuola Grande di San Rocco ma anche di scoprire gioielli nascosti come Casa Tre Oci e Scala del Bovolo, prenotare e pagare gondole e taxi, acquistare i biglietti per un concerto degli Interpreti Veneziani, ricevere informazioni in tempo reale sulle disponibilità dei posti liberi nel parcheggio dell’aeroporto Marco Polo e pagare al termine della sosta senza passare dalle casse. 
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
Niente più code in biglietteria grazie a MyPass
Planisfero
Fotogallery