Pensionati giramondo: la crociera che fa il tour del globo presa d'assalto dagli ultrasessantenni
di Sabrina Quartieri
Navi da crociera
Altro che sedentarietà, noia e solitudine dopo la pensione. La vita, per chi entra nella terza età e non deve più andare a lavoro, può ricominciare, in certi casi, meglio di prima. Ad esempio, realizzando quel sogno nel cassetto che si è rimandato per anni a causa del poco tempo libero, o dell’esiguo budget, a disposizione: fare il giro del mondo in crociera. Un viaggio ideale per chi ha sempre desiderato esplorare luoghi, passando da un continente all’altro, senza però rinunciare al comfort e non dovendosi preoccupare degli aspetti pratici della vacanza. Anche per questi vantaggi nel 2019 le “world cruise” sono cresciute del +138% rispetto al 2018, come riportano i dati sulle prenotazioni dell’Osservatorio Ticketcrociere, leader in Italia nella vendita di crociere online. Dimenticate quindi le avventure piene di imprevisti di Phileas Fogg e del suo fedele compagno, protagonisti del celebre romanzo “Il giro del mondo in 80 giorni”.

Se nel 2020 deciderete di circumnavigare il globo, una volta salpati dal porto di partenza dovrete solo concentrarvi su come rendere più speciale possibile la vostra permanenza a bordo. La città galleggiante, infatti, da un lato si occuperà di coccolarvi con la gastronomia più prelibata, il relax nell’area spa e un ricco programma di intrattenimento; dall’altro solcherà gli oceani per condurvi alla scoperta del Pianeta, senza che dobbiate occuparvi di nulla. 

Ma qual è l’identikit del viaggiatore italiano che farà il giro del mondo il prossimo anno? Secondo l’Osservatorio, l’età media dell’esploratore nostrano passa dai 71 anni del 2018 ai 67 del 2020. Del resto, questo tipo di vacanza richiede molto tempo libero a disposizione, oltre a un bel po’ di risparmi a cui poter attingere per prenotarla. Così, nella maggior parte dei casi, la “world cruise” viene scelta come premio da chi è arrivato alla pensione e vuole concedersi un regalo; per i più giovani, invece, si tratta di quell’esperienza da fare una volta nella vita, condizioni economiche e lavoro permettendo.

In media, chi circumnavigherà il globo nel 2020 viaggerà per 104 giorni raggiungendo 34 porti, 16 nazioni e almeno tre continenti. Ma l’esperienza da record durerà ancora di più, fino a 140 notti. A bordo della Silver Whisper, la nave della flotta Silversea, si salperà da Fort Lauderdale in Florida, per raggiungere prima gli Stati Uniti più a nord, e poi tante altre mete, da Porto Rico a Barbados, dal Brasile alla Polinesia Francese, dall’Australia all’India, dall’Egitto all’Italia e infine su fino alla Norvegia e all’Olanda. Per una vacanza così ambiziosa, però, non è sufficiente avere del tempo libero a disposizione. Il viaggio considerato tra le specialità più vendute di Ticketcrociere, recentemente premiato a Genova per il secondo anno consecutivo con l’”All Stars of the Sea” di Msc Crociere per la categoria Msc World Cruise producer, nel 2020 comporterà una spesa media per passeggero di 15.790 euro almeno (c’è anche chi arriverà a spenderne fino a 26.520). Per delle indimenticabili avventure “on the sea”, ma non proprio “low cost”.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
In crociera sul panfilo di Onassis come Maria Callas, Jackie Kennedy e Marilyn Monroe
Planisfero
Fotogallery