E ora Belgrado è una capitale del divertimento
di Monica Conforti
Difficile definire quella che è diventata la città più dinamica e innovativa dell'Europa dell'Est. Ci ha provato la Lonely Planet, descrivendo Belgrado come «una via di mezzo tra Praga e Istanbul, con anche un po' di Berlino». Ma anche questa definizione non pare esaustiva. La Belgrado del terzo millennio è una metropoli in continuo divenire, che pur senza dimenticare il suo passato, è la culla di importanti movimenti artistici contemporanei che spaziano dalla musica al design, dal teatro all'architettura. E che guarda, con entusiasmo tutto giovanile al futuro. Senza porsi limiti. Un long week end nella capitale della Serbia si trasforma così in una sorta di maratona nelle nuove tendenze, qualunque sia il proprio interesse principale. Basta lasciarsi travolgere dal ritmo dettato da un'agenda di eventi sempre pienissima.



Centro della cultura urbana e del divertimento è il quartiere di Savamala, il più trendy della capitale con i suoi ristoranti, club, bar, gallerie d’arte e centri culturali. Qui si trova, tra l'altro, il Mikser House uno spazio in cui si fondono il design contemporaneo degli store balcanici, una galleria d’arte all’avanguardia, un ristorante e un palco che ospita performance di ogni sorta. Merita una visita anche il Supermarket Concept Store che attrae l'interesse con prodotti di design, brand, eventi e location innovative.



Tra le zone più tipiche della città spicca il quartiere Skadarlija, nel centro storico, che è considerato il quartiere bohémien per il suo aspetto e per l'atmosfera calda ed accogliente. La fama di questa zona risale alla prima metà del XIX secolo, quando era abitato da molti personaggi famosi tra cui scrittori, attori, pittori. Il suo carattere bohémien iniziò a diffondersi nel 1901, quando, dopo la demolizione dell'allora rinomato ristorante Dardaneli, i suoi ospiti si spostarono alle taverne di Skadarlija. Molti personaggi illustri, sia locali che stranieri «passavano lì i più bei giorni - di notte». Nello Skadarlija sono situati i famosi ristoranti Tri šešira (trisesira.rs/en), Ima dana (www.restoran-imadana.rs), Dva jelena (www.dvajelena.rs) e alcune gallerie, negozi di antiquariato e souvenir.



Belgrado è conosciuta anche come città che non dorme mai. Non a caso la Lonely Planet ha inserito la capitale serba fra le dieci capitali mondiali del divertimento. Nei fine settimana, i giovani affollano le strade per godersi l'atmosfera informale e consumare cocktail a prezzi contenuti. Ai termini «club» e «nightclub» non va necessariamente attribuito il significato che noi italiani siamo soliti dare: nella capitale serba indicano il più delle volte luoghi dove ci si incontra, si chiacchiera (quando il volume della musica lo consente), si mangia, si beve, si ascolta musica e si balla. La gran parte dei locali, a ingresso libero e consumazione non obbligatoria, è concentrata nei pressi del Parco Kalemegdan e della via dello shopping Knez Mihailova. Le zone in cui è presente il maggior numero di bar e ristoranti sono Skadarlija e la via Knez Mihailova con le sue traverse, il quartiere di Novi Beograd e le rive di fiumi. A Skadarlija si può vivere la Starogradska («Musica della città vecchia»), con concerti di musica tradizionale che accompagnano le cene nei ristoranti più antichi e rinomati. Imperdibile la via Strahinjica Bana, che attraversa la Skadarlija ma propone una serie di locali moderni uno accanto all’altro, alcuni realizzati da designer di fama internazionale.



Anche le sponde dei due fiumi che tagliano la città - il Danubio e la Sava - sono meta di divertimento. Giovani e non affollano gli Splavovi, zattere o barche trasformate in club, ristoranti, bar e locali notturni galleggianti. Ce ne sono tanti, per tutti i gusti, di tutte le forme e le dimensioni. La visita di Belgrado deve comprendere almeno una serata da queste parti. Tra i più alla moda in questo periodo ci sono l'Acapulco e l'Amfora (a Novi Beograd, fiume Danubio, nei pressi dell’Hotel Jugoslavija) e l'Ambis night club (Novi Beograd, fiume Sava; vicino al Ponte Branko).



La confluenza dei due fiumi sarà teatro del prossimo grande evento musicale: Mad in Belgrade (madinbelgrade.com): il 24 e 25 maggio oltre 100 performer di musica dance ed elettronica daranno vita a esibizioni non stop per 48 ore senza soluzione di continuità. I due palcoscenici principali saranno posizionati davanti al Museo di arte Contemporanea: battezzati Mad Dog e Crazy Rabbit saranno il fulcro del MAD Party. Ma il divertimento coinvolgerà anche gli splavovi creando così un vero water front dance. Unico al mondo.



INFO: Ufficio del Turismo della Serbia: it.serbia.travel



Ufficio del Turismo di Belgrado: www.aboutbelgrade.com



I Nostri consigli



EasyJet (www.easyjet.com) raggiunge Belgrado da Roma e Milano con numerosi voli settiimanali. Tariffe da 45 euro per tratta.



Hostel360, (hostel360.com; doppia da 36 euro). Accogliente e in posizione strategica per raggiungere i luoghi «caldi» della città.



Belgrade Art Hotel (www.belgradearthotel.com; doppia da 105 euro). Design contemporaneo con opere d'arte negli spazi comuni e nelle camere, tutte arredate in modo diverso l'una dall'altra.
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
E ora Belgrado è una capitale del divertimento
Planisfero
Fotogallery